Motivazioni

I più recenti orientamenti del mondo scientifico e degli Organismi di tutela internazionali in materia di Beni Culturali concordano nel voler valorizzare, proteggere e conservare in situ, ove possibile, il Patrimonio archeologico e storico subacqueo. Questo nuovo orientamento per essere realizzato incontra una grossa difficoltà di applicazione operativa connessa alla mancanza di conoscenze e soprattutto di tecniche e materiali idonei alla conservazione subacquea.
Nei decenni passati si è dedicata poca attenzione agli studi sulla conservazione in mare in quanto si è sempre preferito recuperare il bene artistico e conservarlo in ambiente aereo.
L’obbiettivo generale del presente progetto si propone di integrare e completare, mediante la messa a punto di nuove metodiche, le carenze conoscitive inerenti la conservazione in ambiente subacqueo.