Strumenti meccatronici innovativi per il restauro subacqueo

Per l’applicazione dei nuovi materiali e per lo sviluppo delle nuove metodiche di protezione sarà implementata una serie di apparecchiature (ROV) idonee per operare in situazioni non gestibili direttamente da personale specializzato.

Tali situazioni sono riconducibili alla presenza di manufatti artistici da conservare in situazioni di rischio, in zone non accessibili agli operatori (spazi non operativi, media ed alta profondità, ecc.).

Nella seconda fase del progetto, da svolgere in un’area marina protetta, saranno sperimentati in situ i nuovi prodotti, le nuove metodiche e strumentazioni messe a punto. Gli interventi saranno realizzati con l’utilizzo sia di selezionati ed esperti operatori di restauro sia utilizzando i nuovi strumenti di intervento tecnologicamente avanzati appositamente implementati.